fbpx

Risveglio Digitale - il Blog

corona virus

Corona Virus: quante volte ci hai pensato oggi?

Quante volte oggi hai pensato al Corona Virus? Quante volte ne hai parlato o ne hai sentito parlare?

(Preferisci il video al testo? Eccolo qui!)

E invece quante volte, sempre oggi, hai pensato alla mortalità infantile nei paesi africani? Quante volte ne hai sentito parlare al bar o sui social?

Questo è uno sfogo. Non ho la pretesa di essere esaustivo su nulla né di fare “informazione”.

Voglio solo capire come vediamo le cose e come siamo influenzati nella nostra percezione degli eventi.

Da dove nasce la mia riflessione?

Ieri sera sono andato in pizzeria a ritirare delle pizze da asporto. Nel locale c’era la tv accesa e scorrevano le ultime news.

A un certo punto, compare la notizia: “Corona Virus: i morti nel mondo finora sono tremila”.

Ti faccio una domanda un po’ strana… Secondo te quanti sono tremila morti? Tanti o pochi?

Un signore che era vicino a me, legge la notizia e dice qualcosa tipo… “caspita, già 3000 morti!”

Ecco, questo è il punto.

Ci hanno bombardato di numeri.

Ogni giorno un altro numero. Ogni giorno più contagiati. Ogni giorno più morti. Ogni giorno sempre più numeri.

E siamo a 3000 morti circa. Ok, tutto il mio rispetto per queste persone e per le loro famiglie.

Il punto è che si parla solo dei numeri di cui si deve parlare

Chissà come avrebbe reagito quello stesso signore che era accanto a me in pizzeria, se invece del Corona Virus avesse letto che in Africa muore un bambino ogni 11 secondi circa.

Sai cosa significa?

Significa più di 5 bambini al minuto, 327 all’ora.

Quasi 8.000 bambini al giorno.

Si parla solo di ciò di cui i media vogliono che si parli

E, forse anche peggio, si pensa solo ciò che i media ci fanno pensare.

Parliamo di Corona Virus perché si deve parlare di Corona Virus, perché siamo stati condizionati a farlo, perché siamo stati bombardati ogni singolo giorno da ormai un mese.

E quindi ci si stupisce quando si raggiungono le 3’000 morti nel mondo.

E magari non sappiamo neanche che, l’anno scorso in Italia, sono morte in media 9 persone al giorno per incidenti stradali.

E non ci ricordiamo neanche che in Africa ogni 11 secondi muore un bambino.

E noi non ci stupiamo di tutto ciò. Perché non ci stupiamo? Perché non ce lo dicono!

E se non ce lo dicono noi non ci pensiamo. E se non ci pensiamo allora non è un problema.

Allora va bene così in fondo.

Sì dai lo sappiamo tutti che in Africa i bambini muoiono di fame, ma non ce lo dicono tutti i giorni, più volte al giorno, e non diventa qualcosa di davvero importante, non diventa qualcosa di cui si discute nei bar, e le persone non si informano sulle reali cause delle condizioni del continente africano.

Non diventa qualcosa a cui si pensa ogni giorno, non diventa una cosa di cui è normale parlare, giusto?

Ecco, questo era lo sfogo di oggi.

Riflettiamo un po’ di più allora su che quello che sta succedendo e su come siamo manipolati e influenzati dai media.

Invito tutti quanti a spegnere la televisione, a smettere di contare i morti, e informarsi in rete da fonti alternative e fuori dal coro dei mass media, sia per quanto riguarda il Corona Virus, che in generale su tutto il resto.

Spegni quella cazzo di televisione.

Ci si vede Oltre…

Giulio – Risveglio Digitale

P.S. Condividi questo articolo se credi possa essere utile ad altre persone.